Riconoscere le differenze tra Strategici in Tempo Reale e Strategici a Turni

2.5.2018

I giochi di strategia sono tra i videogiochi più complessi.

La prima nozione che probabilmente dovrebbe esservi chiara a riguardo è che la maggior parte di essi è suddiviso in due sottogeneri, simili tra loro, ma assolutamente distinti: gli RTS ed i TBS.

Già potrebbero sorgervi delle domande come, ad esempio, cosa significhino gli acronimi TBS e RTS.

Cominciamo allora col rispondere a questi due quesiti, così da trovarci tutti d’accordo:

  • RTS significa Videogioco Strategico in Tempo Reale, dall’inglese Real-time Strategy.
  • TBS sta per Gioco Strategico a Turni, dall’inglese Turn-based Strategy.

In questo momento il concetto potrebbe sembrarvi di scarsa importanza ma, credeteci: aver chiare le differenze intercorrenti tra RTS e TBS è la chiave per comprendere il genere strategico nel suo complesso.

Cerchiamo a questo punto di mettere in chiaro le cose e di arrivare dritti al punto: RTS contro TBS: come distinguerli e qual è il migliore?

Strategico in Tempo Reale contro Strategico a Turni

Il fattore essenziale alla base della differenza tra i giochi di strategia si identifica nel diverso modo di approcciare il concetto di tempo.

Un modo immediato per riconoscere all’istante la differenza tra strategico a turni e strategico in tempo reale sta nel constatare le modalità di scorrimento del tempo nell’ambito del gioco.

Laddove il tempo sia stato suddiviso in fasi e ogni giocatore, o avversario controllato dall’IA, disponga di tempi molto serrati per implementare la propria strategia, con estrema probabilità ci troviamo di fronte ad uno strategico a turni.

In altre parole: se ognuno di voi gioca a turno, si tratta ovviamente di un gioco basato sui turni.

Se invece il tempo scorre come nel mondo reale, ed i giocatori possono giocare tutti insieme in contemporanea, allora probabilmente state partecipando ad uno strategico in tempo reale.

In tal caso tutte le decisioni vengono prese sotto pressione e nella costante minaccia di un attacco; senza neppure una pausa.

Prima però di iniziare a rispondere alla domanda “Qual è la differenza tra strategici in tempo reale e strategici a turni?”, dovremmo prendere in considerazione l’estrema eterogeneità concettuale di questi sottogeneri.

Gioco Strategico a Turni

Se non si ha familiarità con il prodotto, il modo migliore per immaginare un gioco a turni è considerarlo una sorta di gioco da tavolo digitale.

Nel tradizionale formato dei giochi da tavolo, ogni giocatore dispone di un proprio turno per riflettere, escogitare strategie e concretizzare le proprie decisioni riguardanti i pezzi nelle proprie mani e sulla plancia.

Il gioco progredisce in modo ordinato: ogni persona attende il proprio turno, aspettando che gli altri finiscano il loro, prima di poter riprendere le proprie tattiche sulla plancia.

Lo stesso concetto vale per molti giochi di strategia a turni. Ai giocatori e alle IA verrà data la possibilità di far ricorso, in modo ordinato, a tutta la loro intelligenza, astuzia e risorse al fine di conseguire qualsiasi obbiettivo alla loro portata.

Diamo un'occhiata a due diversi tipi di giochi di strategia a turni: la serie XCOM della Firaxis Games e i giochi Total War della Creative Assembly.

Nella serie XCOM, il giocatore si trova al comando una squadra di soldati cacciatori di alieni, con un gruppo di circa cinque o sei personaggi in totale sotto al suo controllo.

In un gioco della serie Total War, invece, ci viene affidato il controllo di un'intera civiltà: il suo governo, il commercio, l'economia e l’esercito.

Detto questo, anche se entrambi i giochi prevedono l’alternanza di turni tra i vari giocatori, la loro portata è completamente diversa. XCOM è considerato più tattico, con un maggior numero di battaglie mirate e decisioni a breve termine. Total War, d'altra parte, è molto più su larga scala e prevede un’esperienza di gioco “complessiva” lunga anni, decenni e secoli.

E non finisce qui. Tra TBS e RTS, il primo si è fatto strada in altri generi, sicuramente più popolari. È possibile trovare elementi di TBS nei JRPG, nei simulatori ed anche negli Sparatutto Tattici.

Giochi di Strategia in Tempo Reale

Il termine “strategia in tempo reale” è stato coniato da Brett Sperry commercializzando il suo classico Dune II negli anni ’90. Seppure questo gioco non sia necessariamente considerato il primo vero titolo RTS, di sicuro ha definito il formato per innumerevoli altri franchising di grido che l’avrebbero seguito.

Alcuni dei franchising di strategia in tempo reale di maggior successo e acclamati come Command & Conquer, Warcraft e StarCraft, devono tutti l’ispirazione del loro design di base ai classici della fantascienza dei primi anni ’90.

Il modo migliore per comprendere un tipico gioco RTS sta nel rifarsi al Medioevo. In questa fase fondamentale dello sviluppo umano, varie culture di recente formazione si sollevarono dalle ceneri delle civiltà classiche, spesso per realizzare obiettivi di dominio imperiale.

Immaginiamoci la Francia, la Germania, l'Inghilterra, la Scandinavia di quel periodo, tutti intenti a svilupparsi l'uno intorno all'altro, tutti nello stesso tempo, e di conseguenza invadendosi reciprocamente o formando alleanze l'uno con l'altro. Ecco, questo potrà aiutarci a comprendere un gioco di strategia in tempo reale come Age of Empires.

Si tratta di un gioco di strategia in tempo reale che implica lo sviluppo di persone, insediamenti, eserciti e strategie in tempo reale da parte dei giocatori.

La costruzione delle unità, le invasioni e tutti gli sviluppi tra i giocatori avvengono lungo una linea temporale unica, continua e senza ostacoli condivisa da tutti i giocatori presenti.

La raccolta di risorse è una componente essenziale della maggior parte dei giochi di strategia in tempo reale e spesso la limitatezza di risorse sulla mappa porterà i giocatori ad entrare in una competizione decisamente aggressiva per aggiudicarsele.

Com’è ben facile immaginare, le cose possono diventare piuttosto frenetiche e pressanti quando il conflitto si espande su tutta la mappa ed i giocatori iniziano a inviare i loro eserciti nei reciproci insediamenti nel tentativo di sradicare completamente la loro presenza dalla realtà del gioco.

Ciò richiede un livello decisionale superiore e dei riflessi ben più immediati rispetto agli strategici a turni, i quali offrono ai giocatori dei tempi prolungati per una pianificazione ed una esecuzione ben più ponderate.

Partecipare ai Giochi di Strategia a Livello Professionale

Se state chiedendovi quale sia la presenza di strategici in tempo reale ed a turni negli e-Sport, dovete sapere che i giochi RTS costituiscono la componente preponderante dei principali strategici online nell’ambito degli e-Sport.

Sebbene sia possibile partecipare a giochi di strategia online a turni a livelli molto competitivi, per lo più queste competizioni non costituirebbero delle prestazioni particolarmente eccitanti dal vivo. Molti dei principali giochi di strategia a turni non rientrano completamente nei criteri tipici degli e-Sport. Generalmente si basano su lunghe campagne e non dispongono del livello di coinvolgimento necessario per le manifestazioni con pubblico. In effetti, si trovano a fronteggiare molti dei problemi riscontrabili negli e-Sport MMO.

Il più importante gioco professionistico con elementi di strategia a turni è la serie di videogiochi Pokemon la cui versione più aggiornata è attualmente giocata su Nintendo 3DS. I tornei di videogiochi Pokemon godono di maggior popolarità negli Stati Uniti.

Alcuni anni fa, il primo gioco della serie, Pokemon Red, faceva parte di uno strano esperimento sociale chiamato Twitch Plays Pokemon. Centinaia di migliaia di persone parteciparono contemporaneamente alla stessa copia del gioco in diretta su Twitch. Non possiamo parlare esattamente di un e-Sport competitivo, quanto piuttosto di una dimostrazione impressionante della cooperazione tra un numero incredibile di giocatori.

Oggi, ci sono milioni di dollari in ballo nel controllo e nella gestione collettiva dell’unico settore strategico online degli e-Sport. E c’è di più, nelle competizioni di maggior successo i giocatori reali possono vincere delle vere e proprie fortune.

Il montepremi attuale di StarCraft è di 21.765.461,56$, che equivale all'importo totale vinto da giocatori professionisti da quando è diventato un e-Sport professionale.

StarCraft: Il Fondatore e il Re degli E-Sport

Lo sviluppo del clamoroso successo di StarCraft, StarCraft: Brood Wars, ha tracciato le basi dell’'intera scena degli e-Sport. I primi tornei e competizioni propriamente organizzate si sono svolti nella Corea del Sud intorno al 2002.

Fu allora che i primi team di giocatori professionisti organizzati iniziarono ad entrare in scena, ricevendo sponsorizzazioni da grandi compagnie sudcoreane come KT, SK Telecom e Samsung.

Seppure possa sembrare sorprendente o bizzarro per molti, i campioni coreani di StarCraft sono considerati allo stesso livello degli atleti professionisti, ricevendo lo stesso livello di ammirazione e riverenza da parte del pubblico.

L'originale StarCraft fu il primo gioco ad essere accettato nel torneo World Cyber Games, e ha continuato a farne parte annualmente fino al 2011, data in cui venne sostituito dal suo sequel, StarCraft 2.

StarCraft 2 ha portato avanti la fiaccola, perpetuando il successo del gioco originale all'interno del mondo degli e-Sport di strategia online come uno degli strategici più popolari in assoluto. Qualcosa come 30.000 giocatori partecipano online ogni giorno, con più di 350.000 giocatori in contemporanea nel marzo 2018.

RTS contro TBS: Qual è il migliore?

E allora, chi vince dal confronto tra RTS e TBS?

Questa domanda è assolutamente soggettiva e non esiste una risposta esatta. Ogni fan del gioco di strategia ha le proprie preferenze. Alcuni possono adorare le epiche campagne belliche dei giochi di strategia a turni, mentre gli altri preferiscono di gran lunga le intense schermaglie dei giochi di strategia in tempo reale.

Ci sono legioni di fan sfegatati da entrambe le parti, e si sono svolti dibattiti infiniti attinenti all’eterna diatriba tra giochi in tempo reale ed a turni. Inutile dire, tuttavia, che una contesa di tal genere non può risultare superflua ed inutile, e che i giocatori dovrebbero effettivamente sostenere lo sviluppo del genere strategico nel suo complesso.

Tutto dipende molto da ciò che si cerca in un gioco. Se si preferisce disporre del proprio tempo per elaborare una strategia ed eseguire gli ordini in modo controllato, calmo e tranquillo, allora potremmo prediligere la strategia a turni.

Se invece si preferisce partecipare a giochi che scorrano secondo logiche più realistiche e si prediligono situazioni in cui occorra prendere velocemente delle decisioni e reagire con prontezza, allora gli strategici in tempo reale fanno al caso nostro.

Entrambe le opzioni comportano comunque divertimento a non finire e sarebbe davvero consigliabile provare i giochi di entrambe le fazioni per non limitarci ad una sola esperienza di gioco.

Conclusione

Che si sia un nuovo arrivato o un veterano dei giochi strategici, troveremo sempre una gran quantità di fantastico ed accattivante materiale con cui dilettarsi. Le aziende come Blizzard, Creative Assembly e Firaxis Games (e ovviamente noi della Plarium) continueranno instancabilmente a cercare di offrirvi fantastici e ingegnosi giochi strategici.

Nel caso abbiate conseguito, a questo punto, un’ingente esperienza in uno specifico settore di un determinato sottogenere strategico, allora potrebbe incuriosirvi lo sperimentare qualcosa che non risponda esattamente alle vostre preferenze.

Coloro che hanno giurato di partecipare esclusivamente a giochi tattici di strategia a turni dovrebbero concedere una possibilità agli RTS più veloci e più orientati all'azione. D'altro canto, gli specialisti di StarCraft II potrebbero voler avventurarsi in un gioco a turni come Total War: Warhammer II.

La parte migliore di entrambi i sottogeneri è che offrono un potenziale relativamente illimitato. Lo stesso gioco può essere giocato più e più volte, scegliendo razze diverse, ricorrendo a strategie ed esecuzioni differenti.

Per quel che concerne il diventare bravi in questi giochi e sperare di potersi unire un giorno alla folla di professionisti di e-Sport – quello che in effetti è possibile fare è esercitarsi il più possibile e documentarsi sui modi più popolari di affrontare determinate problematiche.

Leggere

Tutto ciò che va saputo sugli MMO
14.2.2018
Giochi Tripla A e Microtransazioni
Tutto ciò che va saputo sugli MMO
15.3.2018
Come i Battle Royale Stanno Modificando i Videogiochi Online