Blockchain e la sua influenza sull'industria dei videogiochi

25.2.2018

La tecnologia blockchain sta acquisendo sempre più importanza in questo momento.

Si tratta della tecnologia sviluppata dietro al fenomeno dei Bitcoin e di tutte le altre criptovalute, per consentire il loro funzionamento secondo parametri in passato neppure concepibili per una valuta più tradizionale.

La medesima tecnologia è anche alla base di una nuova tendenza emergente nei videogiochi - i cosiddetti giochi blockchain.

Oggigiorno si parla quasi prettamente di giochi casual basati sulla raccolta di oggetti e scambi. Tuttavia, le potenzialità di questa nuova tecnologia in erba, in grado di cambiare drasticamente l’industria ludica, sono enormi. Da esperienze di gioco esclusive a personaggi in continua evoluzione e transazioni in-game in grado di seguirti da un gioco all’altro - la blockchain potrebbe davvero costituire il futuro dei videogiochi.

Come Funziona La Tecnologia Blockchain?

Blockgeeks, un sito web specializzato nell’insegnamento della tecnologia Blockchain alle aziende, ci offre questa utilissima definizione:

La Blockchain è una transazione registrata aggiunta ad una precedente transazione con cui va a formare una catena.

“Ciascuna di queste transazioni può tenere conto di diversi aspetti. Ad esempio, nel contesto dei Bitcoin, questa transazione consiste nel movimento di una criptovaluta. Ognuno di questi blockchain è crittografato, e qualsiasi transazione successiva prevede la crittografizzazione dell'intera catena nel momento in cui viene aggiunto un nuovo blocco, prima di provvedere nuovamente alla sua ‘sigillatura’ sempre avvalendosi della tecnica crittografica.

“Questa catena è contraddistinta da un registro permanente di tutte le transazioni dal primo blocco fino all'ultimo. In quanto tale, la tecnologia blockchain consente transazioni sicure in base ad un algoritmo open source difficile da falsificare."

Fonte: Blockgeeks

Una volta compreso il concetto di blockchain, le ragioni di una così alta potenzialità di questa tecnologia nel campo dei videogiochi non può che diventare più chiara. In poche parole, tutto può essere ricondotto alla nozione di "unicità" dei blocchi componenti la catena. Una volta riusciti ad incorporare questa unicità nel gioco, il passo verso la creazione di giochi particolarmente emozionanti ed unici diventa breve.

La Nostra Ossessione Per l’Unicità

Prima di passare a parlare di come la tecnologia blockchain possa influenzare il mondo dei giochi, è opportuno fare un salto nel passato. Diamo un'occhiata ad alcuni dei prodotti più esclusivi diventati parte integrante del tessuto della nostra società.

Pur esistendo una gran quantità di biglie dall’aspetto del tutto simile, le più desiderate dalla stragrande maggioranza dei bambini erano quelle significativamente diverse dal resto. Il fatto di essere possessori di una biglia particolarmente graziosa ed unica ci rendeva inevitabilmente obiettivo dell'invidia e delle trame subdole ideate per sottrarci una tale rarità.

Nello stesso periodo, l’usanza di scambiare figurine di campioni sportivi stava prendendo sempre più piede nei parchi giochi sparsi tra vari paesi e continenti e, come per le biglie, le figurine più difficili da ottenere venivano scambiate a prezzi molto più alti rispetto alle altre.

Tamagotchi

Con l’inizio della rivoluzione digitale scoppiata negli anni '70, era prevedibile che, di lì a poco, la moda della caccia all’unicità cominciasse ad affacciarsi anche sul mondo dei personal computer. Il primo segnale fece la sua comparsa negli anni ‘90, e acquisì le sembianze di un cucciolotto virtuale - il fantomatico Tamagotchi. Questi elementari portachiavi digitali ospitavano un piccolo animale domestico virtuale necessitante di cibo, affetto e sonno. E, anche in questo caso, più il colore, la versione e l'età dei Tamagotchi venivano considerati rari, più il loro rispettivo valore saliva esponenzialmente.

Dall'età della pietra fino ai giorni nostri, noi umani siamo sempre stati ossessionati dall’unicità. Questo è però un concetto che sta assumendo dei contorni di particolare ovvietà proprio ai nostri giorni grazie alle enormi cifre di affari sviluppatesi attorno ad un nuovo cripto-gioco chiamato Crypto Kitties.

I Crypto Kitties ed Altri Cripto Giochi

I Crypto Kitties sono dei particolari gattini digitali che popolano un gioco basato sulla blockchain di Ethereum.

Ciascun gatto ha delle caratteristiche assolutamente uniche quanto ad aspetto e genetica (la blockchain in cui risiede) e può essere allevato come parte di una coppia. Una volta raggiunta la loro effettiva riproduzione, ciascuno di questi nuovi "gattini" eredita determinati aspetti dai propri genitori e rappresenta una combinazione unica dei due.

Mi limito a dire, a vantaggio di coloro che, nel leggere queste righe, staranno storcendo la bacca increduli, chiedendosi quale sia il senso di acquistare quella che altro non è che la foto di un gatto, che proprio di recente un Crypto Kitty è stato venduto per la favolosa cifra di oltre $100.000. Proprio così.

Crypto Kitties rappresenta il gioco di maggior spicco nel mercato odierno dei giochi basati sul concetto della “cripto raccolta", ma non è certamente l'unico. Etheremon è un gioco in cui è possibile raccogliere mostri digitali (molto simili concettualmente a quelli di Pokemon e Digimon). Un altro, relativamente nuovo è Crypto Celebrities, che consente la raccolta di esclusivi “Contratti Intelligenti” comprendenti biografie e foto di personaggi famosi. Ed altri ancora in dirittura di arrivo, come HashPuppies e Crypto Pets; tutti basati sul medesimo concetto: raccolta e scambio attraverso l’utilizzo di criptovaluta (nella maggioranza dei casi, Ethereum).

Cryptokitties

Considerando che la tendenza si trova ancora nella sua fase iniziale, è facile presupporre che ancora non abbia raggiunto una vasta popolarità e che una gran quantità di persone sia portata a considerarla alquanto equivoca e, direi io, in modo del tutto legittimo.

Tuttavia, nel momento in cui l'industria si sarà messa al passo con la tecnologia e le persone si sentiranno più sicure di partecipare, inizieremo ad assistere a situazioni ben più accattivanti.

In Che Modo La Blockchain Può Sviluppare L’Individualità Nei Videogiochi

Basta dare un’occhiata al mercato odierno sviluppatosi intorno alla richiesta di armamenti o loot box nell’ambito dei giochi tripla A per prendere atto del desiderio dei giocatori di distinguersi dalla massa e dell’importanza dell'individualità nei giochi online.

Sia che stiano girovagando per Los Santos in GTA V o che stiano combattendo attraverso la tundra ghiacciata nell'ultimo gioco di Star Wars Battlefront della EA, i giocatori ripongono un indubbio senso di orgoglio nello sfoggiare i propri avatar ed i loro “possedimenti" di gioco. Allo stato delle cose, si tratta però di oggetti non limitati a un unico proprietario (ad esempio due giocatori possono acquistare lo stesso equipaggiamento, arma o veicolo); tuttavia, immaginiamo solo per un istante quali potenzialità potrebbero entrare in gioco grazie all’integrazione della tecnologia blockchain nel nostro attuale stile di gioco.

Provate ad immaginare, se vi va, il lancio di un nuovo sparatutto generico in prima persona. I presupposti sono molto simili a quelli che già siamo abituati a conoscere. Due squadre si fronteggiano l'una contro l'altra, lottando per il controllo di una mappa su un qualche pianeta alieno.

Fin qui, niente di strano, giusto?  Ebbene, questo è esattamente il punto in cui la blockchain può scuotere un settore che sembra aver raggiunto un momento di stasi quanto ad innovazione.

Piuttosto che iniziare con lo stesso personaggio come fanno tutti, la tecnologia blockchain ci permetterebbe di iniziare con un avatar che sia esclusivamente nostro. Questo potrebbe comportare tutta una combinazione di aspetti estetici e statistici incogniti che consentirebbero al nostro personaggio di apparire e giocare secondo modalità leggermente diverse da qualsiasi altro.

Potremmo perfino far rappresentare le nostre effettive caratteristiche fisiche al nostro personaggio, usando una combinazione di tecnologia blockchain e informazioni fornite al sistema attraverso immagini fotografiche del nostro volto reale. Questo nuovo personaggio sarà diverso da ogni altro personaggio implicato nel gioco e impossibile da replicare perfettamente da parte di qualsiasi altro utente partecipante al gioco.

Questi personaggi potrebbero addirittura arrivare a “saltellare" da un gioco all'altro, secondo delle modalità che abbiamo visto accadere solo in rare occasioni fino ad ora (nella serie Mass Effect, ad esempio). E seppure BioWare riusciva ad incorporare l'importazione di personaggi tra i giochi della trilogia originale, non sarebbe comunque allo stesso livello a cui potremmo arrivare grazie alla tecnologia blockchain.

In effetti, la blockchain potrebbe consentire ai personaggi di spostarsi completamente addirittura tra diverse produzioni e generi di giochi mantenendo sempre le medesime statistiche, come l’età, l’esperienza e le capacità acquisite. Il nostro personaggio assumerebbe così delle connotazioni assolutamente personali, esclusive ed enormemente preziose.

Nel momento in cui la tecnologia blockchain si sarà riuscita ad infiltrare nell’industria dei giochi, saremo arrivati al punto di non ritorno. In fin dei conti, chi vorrebbe partecipare ad un gioco con un qualsiasi personaggio generico quando invece esiste la possibilità di avere un avatar tutto suo?

E poi, non dobbiamo limitarci a pensare questo metodo come se fosse applicabile esclusivamente alla creazione e catalogazione di personaggi. La stessa tecnologia potrà essere applicata anche ai paesaggi del gioco; in questo modo potremo avere personaggi assolutamente unici che si muovono in contesti del tutto originali, usando veicoli e armi esclusive I risultati conseguiti potrebbero cambiare completamente il concetto di videogioco così come siamo abituati a conoscere, per contribuire a sviluppare, nel suo processo evolutivo, un’industria completamente nuova.

Giochi, Contenuti Scaricabili e Microtransazioni Blockchain

Per quelli tra voi che riservano dubbi riguardo alle microtransazioni e operazioni similari, questa notizia potrà apparire alquanto indesiderata. Potreste temere che, con queste novità, il costo dei vostri giochi del cuore possano subire degli incrementi vertiginosi. Tuttavia, vi assicuro che non è questo il caso.

La tecnologia blockchain nell’ambito dei giochi potrebbe significare la pubblicazione di "giochi base" esattamente come sono oggi, ma con il vantaggio di disporre di contenuti scaricabili unicamente nostri. L'acquisto di equipaggiamento ed effetti estetici nell’ambito del gioco potrà assumere gli stessi connotati dell'acquisto di un abito su misura o di gioielli personalizzati - nessun altro potrà disporre di quello specifico articolo.

Inoltre, la tecnologia blockchain non sarà di esclusivo monopolio dei giocatori su PC e console, proprio perché escludere dalla discussione l’intera fetta dei dispositivi mobili sarebbe ben poco lungimirante e decisamente insulso. I giochi per dispositivi mobili costituiscono il mercato a crescita più rapida in tutta l’industria videoludica, e già adesso è possibile trovare applicazioni per mobile e giochi basati sui bitcoin che utilizzano la tecnologia blockchain.

Piuttosto che concentrarsi sui tratti caratteriali individuali, è più probabile che avremo modo di trovare manufatti esclusivi disponibili per gli acquisti nell’ambito del gioco. Un po’ come nei giochi stile The Sims e Animal Crossing, ma con oggetti scambiabili dotati di una loro assoluta “esclusività”.  Tutto d’un tratto, questi mercati in-game sembrano aver acquisito un elemento di interesse ben superiore al passato.

Il Futuro dei Giochi Blockchain

Dunque, prima di acquisire eccessivo entusiasmo in merito alla blockchain implementata nella scena ludica, vale la pena ricordare che questa tecnologia si trova ancora ai suoi albori.

I nomi che l’hanno resa un termine in voga in tutto il mondo (i Bitcoin, ad esempio) sono ancora relativamente nuovi, ed i tempi necessari per definire le sue modalità di implementazione nei videogiochi non saranno di certo brevi. Le modalità in cui il mondo inizierà a percepire ed accettare la criptovaluta ci daranno un'idea di quando possa risultare probabile che la blockchain riesca ad estendere la sua portata in modo significativo. Nel concetto di articoli scambiabili e dal valore fluttuante non può essere trascurato l’aspetto alquanto serio legato al gioco d’azzardo.

Un recente esempio in merito a questo punto potrebbe essere la debacle implicante Counter Strike: Global Offensive ed il suo scambio di armamenti nell’ambito del gioco. Se un articolo di gioco è caratterizzato da un valore nella vita reale e può essere scambiato tra giocatori, la differenza tra la scommessa di armamenti sugli scontri nel gioco e l'uso di denaro reale è decisamente minuscola. Ci troviamo in effetti di fronte ad un gioco d'azzardo nella sua forma più pura.

Seppure questo non costituisca un problema per tutti i paesi là fuori, lo è di certo per alcuni. E diciamocelo chiaro, quando si parla specificamente di gioco d'azzardo, il problema acquisce connotati che coinvolgono quasi tutti i paesi del mondo. Assicurare che nessuna legge sia infranta in determinati paesi sarà senz’altro una sfida, ma non una missione impossibile.

Vale anche la pena notare che la prima esperienza nel gioco blockchain potrebbe, per la maggior parte delle aziende, iniziare con le proprie valute di gioco. Crytek, i creatori di CryEngine, hanno ideato una Criptovaluta tutta loro chiamata Crycash da usarsi nell’ambito del loro gioco Warface. Questo è un aspetto positivo per il consumatore, poiché una volta che un oggetto sarà stato acquistato, o magari scambiato sulla blockchain, la registrazione risulterà permanente e quasi impossibile da manomettere. Ciò potrebbe condurre ad un futuro in cui i nostri acquisti digitali saranno effettivamente nostri, e non semplicemente "affittati" a nostro nome, e perciò inutili al di fuori del gioco stesso.

Con la blockchain, i nostri articoli diverranno effettivamente nostri, e nel caso decidessimo di cederli in un secondo momento, questa operazione sarà esclusivamente affar nostro e non implicherà in alcun modo il creatore del gioco.

Ci troviamo ancora alle fasi iniziali della tecnologia blockchain. Gli aspetti positivi che potrebbe apportare al gioco sono evidenti, ma la realtà di questa fusione si baserà su come il mondo nel suo complesso tenderà ad adattarsi alle criptovalute in generale.

Se Bitcoin, Ethereum e Ripple saranno ancora in giro e meno volatili nei prossimi anni, aspettatevi di vedere i giochi di criptovaluta emergere dal loro bozzolo poco dopo.

Se gli sviluppatori di giochi finiranno con l’utilizzare la blockchain in ognuna di queste aree è ancora tutto da vedere, ma non c'è dubbio che la tecnologia blockchain stia facendo il suo ingresso, e le possibilità, sono sicuro che concorderete con me, saranno estremamente eccitanti.

Leggere

Tutto ciò che va saputo sugli MMO
18.10.2017
Scopri tutto sui mercati neri imperversanti sugli MMO
Tutto ciò che va saputo sugli MMO
1.11.2017
Tendenze Nei Videogiochi Online Nel 2017 E Oltre
Tutto ciò che va saputo sugli MMO
14.2.2018
Giochi Tripla A e Microtransazioni