Jesper Kyd: la sua musica trascende qualunque piattaforma

4 minuti letti

Jesper Kyd è un acclamato compositore e un vero appassionato di musica.  Tutto ebbe inizio da bambino quando imparò a suonare il piano e la chitarra classica, le quali accesero in lui la passione per l’armonia e la melodia.

SU PC E CELLULARE

Più lui cresceva e più andava aumentando il suo amore per la musica. Fu a 13 anni, quando gli regalarono il suo primo computer, un Commodore 64, che iniziò a comporre musica elettronica.

A 15 possedeva già una tastiera tutta sua, una Roland D-20. In tutte le sue composizioni Jesper amava introdurre il suono di ciascuno strumento su cui riusciva a mettere le mani con il passare del tempo. In pratica tutta la sua gioventù fu segnata da continue sperimentazioni con la musica elettronica e la creazione di suoni unici.

Una questione di... feeling

Jesper prova ammirazione per diverse band musicali. A influenzarlo maggiormente nel suo stile di composizione spiccano compositori classici quali Ottorino Respighi e Igor Stravinsky. Ma le sue melodie si ispirano anche ai brani dei Royksopp e dei The Knife.

Per questo giovane musicista è tutta una questione di feeling e ammette di essere coinvolto dall’emozione che gli evoca la musica. Di quest’ultima lui ne ha fatto la propria ragione di vita.

Jesper Kyd ama i giochi online, i giochi MMO, la televisione, il cinema e tutte le forme di intrattenimento. L’ispirazione che deriva da questi tipi di progetto non ha paragoni. Il suo scopo è quello di creare una musica capace di ispirare idee e creatività.

Secondo la sua opinione la musica ha lo stesso scopo in qualunque gioco, indipendentemente dal genere o dalla piattaforma. La musica crea l’atmosfera e intensifica l’esperienza conferendole un gusto e un tocco più immersivi. Il rinomato compositore sa bene che se la musica stimola le giuste corde emotive allora il giocatore sarà portato a trascorrere più tempo alla console.

Immergersi totalmente nel gioco, avvolto dalla melodia affascinante come il canto di una sirena, e non voler più tornare nel mondo reale. Ecco, magari è proprio in questo tempo trascorso in più che spunta fuori qualcosa di nuovo o che si riesce a trovare quello che si stava cercando.

Di qualunque gioco si tratti, il processo non cambia. Jesper lavora in simbiosi con il tecnico del suono, il direttore creativo e persino con lo sviluppatore del gioco. Assieme definiscono le finalità della musica tenendo in considerazione la storia in generale e i personaggi del gioco. Altre volte, invece, partecipa al gioco in prima persona e decide da solo in che modo associare la musica al gioco. In alcune occasioni capita anche che la partitura sia già terminata e che tocchi a lui il processo di armonizzazione.

In ogni caso, Jesper Kyd ama essere coinvolto. La creazione di una partitura è un processo molto lungo che può variare da 3 a 9 mesi, ma tutto dipende da quando viene coinvolto lui all’interno del processo. La lunghezza del progetto varia anche in funzione della quantità di musica necessaria allo scopo. Un solo progetto potrebbe comportargli anche 3 ore di scrittura di musica.

Sempre alla ricerca del meglio

Per Jesper Kyd non c’è un pezzo dei suoi che prevalga su un altro. Ogni progetto in cui si imbarca è per lui un’opportunità di apprendimento che gli consente di imparare nuove forme di pensiero e di spingere sempre più in alto l’asticella della propria destrezza musicale.

Crede che si possa sempre migliorare e più musica si ascolta e più si sviluppa e migliora la propria capacità creativa.

“Sono cresciuto in altri ambiti musicali e sento che posso ritornarci e aggiungere qualcosa di nuovo”.

Nonostante la sua riluttanza a volerlo ammettere, la partitura musicale dei primi 4 giochi della serie Assassin’s Creed è stata un successo pazzesco. Si compiace che la comunità di giocatori abbia gradito la colonna sonora Ezio’s Family e che si senta in sintonia con essa.

La sua musica riesce a trascendere l’universo del gioco e, di fatto, crea un ponte tra i giocatori e i loro personaggi.

Su Assassin’s Creed il compositore commenta: “Sembra che adesso ci siano grandi aspettative sulla musica della serie... Sono contento di aver contribuito a piantare questo seme”.

Jesper Kyd non ama fossilizzarsi su un genere in particolare, ecco perché si diletta anche a comporre musica per i giochi sociali. Prova ne è che di recente Jesper ha firmato un contratto con uno degli sviluppatori di giochi sociali più prestigiosi al mondo per la creazione di una colonna musicale esclusiva. 

“Quando lavoro con le aziende ho il pieno controllo creativo ed è quello che cerco quando lavoro a un progetto. Mi piace ricevere idee e che loro siano aperti alle mie, è il modo migliore di trovare il giusto equilibrio quando si collabora con altre persone”.

Non c’è dubbio che Jesper Kyd continuerà a mettere anima e corpo in tutti i suoi progetti presenti e futuri. Come compositore sostiene che il segreto sta nel lavorare con gente creativa in un ambiente dinamico in cui non devono mancare energia ed entusiasmo.

Jesper Kyd

Raid: Shadow Legends
Raccogli 400+ Campioni & Battiti Per La Gloria