Nuova Era (N.E.)
0000 – X

Dall'inizio della Nuova Era, la tenuta dei diari storici è incrementata sia quanto a prolificità che a precisione, il che consente allo stato presente di accedere alla cronologia completa della storia della Galassia nella sua interezza, fino ai nostri giorni. Le seguenti informazioni testimoniano il tempo e gli eventi del genere umano, a decorrere dal 2125 d.C. fino all’introduzione della Nuova Era.

0-300 N.E.

  • I primi 300 anni della Nuova Era vengono dedicati all’esplorazione e colonizzazione del resto del Sistema Solare.
  • L'intera popolazione umana viene riunita sotto un'unica bandiera attraverso i vari pianeti nel sistema solare: Il Primo Impero.
  • 85 N.E.: L'Imperatore trasferisce la base amministrativa delle operazioni del Primo Impero fuori dal pianeta, traslocando su una stazione spaziale orbitante galleggiante per preparare l’Impero all’espansione interstellare.

300-780 N.E.

  • L'umanità impiega i successivi 480 anni per ambientarsi completamente e adattarsi al concetto di tempo esteso nello spazio interplanetario. Nel frattempo il genere umano colonizza una maggiore porzione di spazio ed espande il Primo Impero su più pianeti.
  • Si assiste ad un aumento della deificazione e idolatria della linea di sangue della famiglia Imperiale Dinastica. Essi vengono venerati come re e governanti della galassia.
  • Il Primo Impero costruisce una base su una delle due lune di Marte, Fobos, adibendola a punto di sosta e riferimento gestionale per le future esplorazioni nello spazio profondo.
  • Approssimativamente 650 N.E.: Per la prima volta dal subentro della Nuova Era, un movimento religioso, il Culto del Sangue Stellare, emerge e diventa uno dei maggiori contendenti al potere assoluto fino a quel momento ad esclusivo appannaggio della Famiglia Imperiale Dinastica.
  • L’Imperatore assurge al titolo di padre divino dell’“Homo Astrum”, mentre le prime navi interstellari dell'umanità si avventurano oltre la Nube di Oort.
  • Si da inizio alla preparazione della prima missione su Proxima Centauri.

780-800 N.E.

  • 780 N.E.: La prima nave stellare viene inviata su Proxima Centauri. Con una velocità inferiore a quella della luce, si prevede il suo rientro su Fobos entro 20 anni.
  • 800 N.E.: La nave stellare fa rientro da Proxima Centauri portando con sé campioni ambientali e dati della stella. Inizia la preparazione della nuova tecnologia necessaria per la sua colonizzazione.

810-1710 N.E.

  • Il successo della colonizzazione di Proxima Centauri da l’avvio a 900 anni di espansione interstellare.
  • La squadra di archeologi scopre le prove di una civiltà aliena estinta da lungo tempo che vanta una tecnologia biomeccanica avanzata. Tale civiltà viene ribattezzata come “I Primi”. I dati recuperati dalla squadra contribuiscono al rapido sviluppo di nuove tecnologie, sia come prodotto dell’influenza diretta dei siti archeologici, che come sottoprodotto della ricerca e della curiosità scientifica.
  • 850 N.E.: Il piano di Ripristino della Terra ha inizio. Gli scienziati promuovono un piano per far tornare la Terra al suo antico splendore, attraverso un primo tentativo di ripulitura dell'atmosfera da tutta la polvere e dai detriti derivanti dalla guerra nucleare. Il loro piano è quello di utilizzare un vascello munito di uno spazio interno privo di materia in modo da attrarre la polvere e condurla al di fuori dell’atmosfera terrestre. A quel punto un sistema di pressurizzazione la forzerà attraverso la Linea Kármán, dove se ne provvederà all’immediata distruzione.
  • 890 N.E.: Il Dottor Maxim Tsigalko ed una squadra di scienziati sviluppano il Fascio d’Impulso, una nuova tecnologia per i viaggi interstellari ad alta velocità. All’inizio, la tecnologia del Fascio d’Impulso era in grado di percorrere solo brevi distanze prima della capitolazione della nave, e comportava effetti collaterali estremi sul corpo umano.
  • Molteplici spedizioni con il Fascio d’Impulso vengono considerate degli errori: un gran numero di navi stellari non è riuscito a tornare indietro ed è semplicemente scomparso senza lasciare traccia.
  • 920 N.E.: Muore il Dottor Maxim Tsigalko. L'Istituto Tsigalko viene fondato in suo onore dai suoi studenti, ed è il più avanzato laboratorio di ricerca di fisica nel Primo Impero.
  • 1150 N.E.: La Propulsione a Fascio d’Impulso viene finalmente perfezionata dall'Istituto Tsigalko, riducendo i tempi di viaggio interstellare all’ambito di una vita umana e consentendo così la mappatura totale ed i viaggi nella galassia più prossima.
  • 1429 N.E.: Il piano di Ripristino della Terra viene portato a compimento. Attraverso la combustione, la Terra si libera di tutta la polvere e la luce solare può influire ancora una volta su tutta la vita terrestre. Tuttavia, tale situazione comporta l’innalzamento incontrollato della temperatura e lo sprigionarsi di una massiccia quantità di gas velenosi sulla Terra, rendendola perciò ancora inabitabile.
  • 1670 N.E.: Le Navi di Rilevamento Imperiali completano la mappatura della galassia osservabile: ogni pianeta, la cui esistenza sia allo stato attuale conosciuta, viene completamente mappato, con ogni sua proprietà ed informazione orbitale.

1710-2000 N.E.

  • Pace Imperiale. Tre secoli di stabilità politica e prosperità conducono ad una massiccia espansione dell'umanità, consentendo all’uomo di consolidare il suo dominio sulla galassia.
  • Commercio e tecnologia prosperano, mentre un lungo succedersi di benevoli governanti concede tempo all'umanità di concentrarsi su notevoli progressi in ogni campo.
  • 1800 N.E.: La Terra si è raffreddata, liberandosi dei gas velenosi in modo naturale attraverso il contributo di varie piante rigogliose e gigantesche mega-foreste.
  • Sia attraverso mezzi naturali che con l'aiuto dei progressi tecnologici e l’assistenza degli esseri umani, la Terra recupera il suo splendore. L'atmosfera ritorna al suo precedente stato risalente a circa 2000 anni prima, e il pianeta diventa di nuovo abitabile.
  • La Famiglia Imperiale ristabilisce la Terra come sua base e luogo di amministrazione, ritrasferendo una piccola porzione della popolazione umana sul suo ancestrale pianeta di provenienza.

2000-2120 N.E.

  • La sfera di influenza dell'Impero comincia a raggiungere il suo limite. Viene infatti appurato che la tecnologia della Propulsione a Fascio d’Impulso ha una capacità massima di espansione quantificabile in un raggio di circa 70 anni luce.
  • L'Impero non è più in grado di colonizzare pianeti lontani attraverso la tecnologia del momento, quindi sceglie di ritirarsi dall’ingerenza diretta negli affari galattici. Al suo posto, la forza trainante viene acquisita dal movimento “Vera Terra”.
  • 2064 N.E.: L'Impero rinuncia al suo ruolo di divinità e ordina l'adozione di temi classici terrestri per qualsiasi ambito scientifico e artistico, dall'architettura alla progettazione degli armamenti.
  • L’imperatore acquisisce sempre più diffidenza nei confronti della nobiltà al di fuori del pianeta. Li richiama sulla Terra e sigilla il sistema solare, consentendo solo i viaggi inter-sistemici e ponendo, a tutti gli effetti, la nobiltà in una sorta di quarantena sulla Terra.
  • La nobiltà, adottando la Terra come base delle operazioni, si appresta ad organizzare un'opposizione all’Imperatore.

2120-2130 N.E.

  • La Terra sperimenta un altro evento che la sottopone di nuovo alla quasi estinzione. Nel frattempo, un campione disattivato dell’organismo bioassemblante HDS-2 - usato nella Terraformazione del paesaggio - viene attivato sulla Terra e inizia ad autoreplicarsi e riprodursi in altre forme di vita.
  • L'organismo bioassemblante HDS-2, ora noto come “Ade“, elude ogni sforzo di contenimento e porta ad esecuzione il suo protocollo di geo-ingegneria sulla superficie terrestre.
  • Le popolazioni vengono decimate, ridotte in materie prime e combustibili per gli assemblatori. Distese di formazioni cristalline radioattive segnano il percorso dell'organismo, assieme a piante e vita animale deformi.
  • A seguito della distruzione dei continenti, l’Impero prende in mano la situazione ed il sistema solare viene dichiarato zona di quarantena, confinando lo scontro alla sola Terra.
  • Gli scienziati scoprono un nuovo modo per bloccare la piaga dell’“Ade”. Ogni continente viene isolato e suddiviso in quadranti; ciascun quadrante viene dotato di enormi modulatori Terraformanti, definiti Trasmettitori, la cui finalità è distruggere la piaga dell’Ade.
  • 2123 N.E.: L’Imperatore dichiara la legge marziale e la gente è costretta a lavorare alla costruzione dei Trasmettitori 24 ore al giorno, 7 giorni a settimana. Le condizioni estreme, la mancata conoscenza delle più elementari misure di sicurezza, l’assenza di riposo e di cibo, portano al deperimento dei lavoratori e provocano un gran numero di incidenti. Molte persone perdono la vita come conseguenza di una tale situazione.
  • Le Guardie Pretoriane, dei guerrieri d'elite che hanno prestato un giuramento di sangue, costituiscono l'unica forza in grado di combattere i mutanti.
  • 2130 N.E.: Il virus HDS-2 è stato bloccato. Il prezzo pagato dall'umanità è immenso: milioni di vite perdute a causa di una tecnologia umana uscita fuori dal controllo dei suoi stessi creatori.

ISCRIVETE IL VOSTRO NOME IN ETERNO NELLA STORIA DI
TOTAL DOMINATION!