Settimana N° 3: STORIE DAL FRONTE DI STORMFALL

Quattordicesimo Giorno:

Prima mattina! La notte è stata travagliata; non avevamo ancora portato a termine il rinforzo delle mura che gli Orchi ci hanno assaltato verso mezzanotte. Abbiamo subito danni leggeri – qualche ferito qui e là, qualcuno si è rotto le ginocchia, ma per fortuna nessuno ha tirato le cuoia. Verso le 2 siamo riusciti ad avere la meglio e la battaglia si è conclusa; ora però ci tocca ripulire tutto quel macello. Qui è molto più caldo di quanto non lo sia al Castello, e i corpi hanno già iniziato a decomporsi... E questo non è l’aspetto peggiore: dove giacciono gli Orchi, nel punto in cui il sangue è fuoriuscito dai loro corpi, dal terreno stanno germogliando delle stranissime piante rossicce dall’aspetto diabolico... Hanno già raggiunto quasi un metro di altezza e sono trascorse appena 4 ore da quando li abbiamo abbattuti! È come se il terreno fosse vivo; come se il mondo attorno al Fortilizio si stesse nutrendo del loro sangue.

Mio dio! Comunque, passiamo a note più liete: dopo la battaglia mi è stata mostrata la mia stanza – il mio nuovo alloggio. Mi piace da matti. Ben più di un netto miglioramento rispetto al dormire nel completo squallore o sotto ad un albero; la mia stanza è stracolma di mobili splendidamente scolpiti, e ogni volta che mi appresto a coricarmi nel mio letto passo di fronte ad un grande murale del nostro maestoso Signore! La sua visione mi scalda letteralmente il cuore. Era l’ora che mi assegnassero un alloggio; stavo veramente per uscire di testa e iniziare a scagliare oggetti in giro!

Quindicesimo Giorno:

Abbiamo respinto senza problemi quasi 15 ondate della progenie malefica di Balur, ma adesso stiamo iniziando a ricevere minacce di sfida da parte di Congreghe avversarie. Fino ad ora, siamo riusciti a respingere tutti gli assalitori fuori da queste terre. Abbiamo perso un bel po’ di uomini, ma sembra che il nostro Signore abbia fatto infuriare alcuni dei suoi avversari... Forse tutti quei messaggi che ha inviato in questo periodo non erano esattamente infarciti di ottime notizie, dopo tutto. Molte cose strane si sono verificate da queste parti nelle ultime notti. Non sono sicuro di cosa si tratti con esattezza, ma ho dei sospetti.

Uno dei Negromanti del Signore D – mi ha confidato che è dovuto a tutta l’Essenza Oscura che stiamo prelevando dal Fortilizio. E ora passiamo a questioni più importanti – al mio risveglio ho avuto uno dei peggiori shock della mia vita da Gnomo. Sono certo che la mia barba si sia ulteriormente accorciata di tre millimetri nel corso della notte – e tutto questo va a sommarsi a ciò che mi era già accaduto l’ottavo giorno! Ho chiesto al Negromante se si trattasse di un comune effetto collaterale. Lui mi ha risposto che non lo è, ma che forse è solo frutto della mia immaginazione. Io non gli ho prestato ascolto e ho deciso di interrogare altri 6 dei miei fratelli - i miei prossimi principali sospettati - ma loro non si sbottonano neanche un po’. Riuscirò ad arrivare in fondo a tutto questo ed a fare un rapporto completo! Queste stranezza devono cessare... Che sia stato qualche Elfo malefico?

Sedicesimo Giorno:

Nessun timore, sono ancora preso dal caso misterioso dei millimetri di barba mancanti! Non possono immaginare il motivo per cui qualcuno faccia una cosa del genere, ma so per certo che dev’esserci un traditore tra noi. Ho avuto modo di fare due chiacchiere con un tipo ambiguo che ha fatto la sua apparizione nella mia stanza la notte scorsa. Il suo volto mi ricordava uno dei tirapiedi di Balur, ma indossava un mantello e gli schiavetti di Balur non indossano vestiti.

Devo essermi sbagliato. Era buio pesto, comunque, e per questo l’ho perdonato. Mi ha detto che se bevo dell’Essenza Oscura mi sembrerà di volare. Dice che esiste un tale là fuori che è perfettamente a conoscenza di ciò che sta succedendo - tutto quello che devo fare è volare dalla cima del fortilizio, sbattere la mia scure come se avessi delle ali e sarò lì in men che non si dica. Mi sto accingendo in questo momento a bere l’Essenza Oscura; quel tale afferma che farà effetto all’istante, quindi potrò prendere il volo dal Fortilizio tra pochissimi minuti. Farò rapporto domani, quando avrò finalmente scoperto chi si cela dietro la catastrofe della barba restrinta.

Diciassettesimo Giorno:

Spiacente per il ritardo, ma sono riuscito solo ora a rimettere le mani su questo diario; ho dovuto strisciare fino al Fortilizio di Lord D – per riappropriarmene. Questo è quanto faccio adesso, vedete: mi aggiro strisciando da una parte all’altra. Oh, prima di tutto dovrei aggiornarvi su quanto mi è accaduto negli ultimi tempi. Ebbene, l’ultima volta che ho scritto qualcosa era a proposito di un tipo viscido e menzognero, probabilmente uno della feccia di Balur, che mi aveva garantito che sarei risucito a spiccare il volo bevendo un po’ di '"Essenza Oscura"... Ebbene, per farla breve, non c’era un briciolo di verità nelle sue parole.

Raggiunsi di corsa la cima del castello e saltai esattamente dal suo punto più alto. Mi sforzai di sbattere le braccia per mantenermi in volo, ma senza fortuna. Caddi pesantemente a terra e morii sul colpo. Col senno di poi, non credo che se avessi avuto con me la scure le cose sarebbero andate meglio, seppure in tutti i miei giorni da gnomo quella era la prima volta che ne ero sprovvisto. Comunque, questa è la situazione: quando mi sono svegliato nella mia ultima incarnazione non ho avuto modo di accedere a questo diario; sono riuscito però a sgraffignare alcuni pezzi di gesso con cui trascrivere le mie giornate sulle mura del luogo in cui mi trovavo. Provvederò ad aggiornare questo diario con i pensieri di quelle giornate; riporterò le cose esattamente come le ho incise su quelle mura, per un mero rispetto verso l’autenticità, il mio amor proprio di scrittore, ecc.! 

Diciottesimo Giorno:

Lo sapevo! Non appena mi sono reso conto che sbattere le braccia non mi avrebbe permesso di alzarmi in volo come una maestosa aquila, ho compreso che sarei morto. Sapevo che mi era stato mentito. Ma cos’è questa roba?! Non riesco a vedere niente, a fatica riesco a intravedere il bianco del gesso sulle mura, di certo non posso giurare sulla leggibilità di ciò che sto scrivendo... E continuo a percepire brividi spettrali attorno a me; leggere raffiche di aria fredda, come se qualcos’altro si trovasse nella stanza assieme a me. Non che poi riuscirei a vederlo, seppure lo desiderassi! Mi limiterò a proseguire. Qui dentro è buio come la pece e il pavimento è impregnato d’acqua... o impregnato di qualcosa, per quel che riesco a capire.

Ed ha un odore terribile. Come il piede di un uomo morto, lasciatemelo dire. Forse mi trovo a Voragine... forse questa è la mia casa adesso... Reincarnato come addetto alle pulizie nelle segrete di Voragine – fantastico! Probabilmente è ciò che mi merito per la mia stupidità, per la mia ingenuità nell’aver prestato ascolto a quel subdolo schiavetto di Balur . È lui la ragione per cui mi trovo qui adesso. È lui la causa della mia morte. Una cosa è certa, devo scoprire chi sono, cosa sono, e devo trovare il modo di tornare al Castello del Signore D – per informarlo che c’è un traditore tra loro! Mi accingo ad esplorare. Farò presto rapporto! Spero di non essere un addetto alle pulizie.

Diciannovesimo Giorno:

Ho provato a lasciare la stanza, ma mi è stato detto di non muovermi. Ho cercato di parlare con la guardia, ma quello mi ha passato un pezzo di carta su cui era scritto che dovevo rimanere in silenzio. Non capisco cosa stia succedendo. Spero di non essermi reincarnato in un prigioniero. Ho verificato la mia barba e le mie gambe; di sicuro non sono più uno gnomo! Non sono certo se questo sia un bene oppure no; lo scoprirò presto. A parte questo, questa stanza è ancora lugubre, le sale fuori di qui sono umide e lerce esattamente come questa, e io non riesco a capire da che parte è l'alto e da che parte è il basso. Grazie ai benevoli dèi per aver introdotto la gravità. Qui sotto è decisamente disgustoso!

Ti va di unirti alle nostre unità di Stormfall? Gioca ADESSO! 

COMANDA IL TUO ESERCITO, TESTA LA TUA STRATEGIA E CONQUISTA IL MONDO MMO DI
Stormfall: Age of War!