Nove consigli per trasformare la tua Ccittà suin Sparta War of Empires in una vera roccaforte

Il sogno di oOgni Arconte suin Sparta War of Empires èsogna di veder prosperare la propria città-stato a spese dell’inesorabile disfatta delle città avversarie, mentre osserva quelle dei propri nemici cadere nel baratro della rovina. Raggiungere un tale obiettivo non è sempre così semplice, e necessita bensì di moltobensì ci vuole tempo e dedizione. Oltre a pazienza e costanza però, vi sono anche altri modie vie per velocizzare il processo di sviluppo della propria città-stato insu Sparta War of Empires. Abbiamo raccolto nella lista qui di seguito proprio alcuni dei consigli e suggerimenti che potete prendere in considerazione per potenziare la vostra città. Lista che vi suggeriamo caldamente di controllareconsultare, specialmente se vi siete appena solo di recente avvicinati all’Ellade di Sparta War of Empires.

1) Aumentatre le proprie risorse:

per produrre maggiori risorse, dovrete potenziare le vostre fattorie, fucine e falegnamerie. Il consiglio che vi diamo è di evitare di focalizzarvi su una sola risorsa alla volta. Ovvero, evitate di potenziare (per esempio) tutte le falegnamerie al livello 2 mentre lasciate sia le fattorie che fucine tutte a livello 1. Facendo così, infatti, vi ritroverete con un surplus di legname che non saprete come utilizzare, mentre avrete soffrirete della carenza di grano e bronzo. Fate quindi salire gradualmente di livello sia le falegnamerie che le fucine e le fattorie.

2) L’Acropoli prima di tutto:

mai scordarsi di potenziare la propria Acropoli, unico posto dove potete nascondere sia le vostre truppe che le vostre risorse da attacchi nemici. Assicuratevi di poter immagazzinare al suo interno più risorse di quante ne potete produrre, altrimenti le risorse in eccesso rischiano di essere razziate da giocatori nemici.

3) Razziate sempre i Persiani:

oltre l’odio reciproco tra spartani e persiani, un altro buon motivo per attaccare le posizioni persiane è il fatto che riceverete sia truppe che risorse da ogni attacco andato a buon fine. Potete trovare la lista di posizioni persiane disponibili per l’attacco presso il vostro Oracolo.

4) Scambiate gli articoli, non vendeteli:

presso il vostro eforato sarete in grado di vendere i vostri articoli (ne riceverete uno ogni giorno). Articoli che servono, oltre alle risorse, per firmare i patti con nuove città e sbloccare così nuove truppe ed edifici. Evitate quindi di venderli, poiché potete scambiarli al porto con altri giocatori in cambio di altri articoli che magari vi mancano e che ritenete più utili.

5) Assediare è meglio che razziare:

spesso la strategia migliore è quella di assediare le città nemiche per garantirvi un flusso costante di risorse. Infatti, se metterete sotto assedio una città nemica, potrete raccogliere sotto forma di tributo una parte delle loro risorse quale tributo da parte delle popolazioni occupate.

6) L’attacco è la miglior difesa:

all’inizio del gioco è meglio puntare a produrre truppe offensive anziché truppe difensive. Vi ritroverete infatti contro eserciti sicuramente più forti delle vostre difese, perciò è meglio attaccare anziché mandare al macello le vostre truppe in inutili tentativi di difesa.

7) Non scordatevi le torri:

dovete sempre potenziare la vostra cinta muraria, puntando a costruire più torri possibili dato che garantiscono un buon bonus difensivo e possono sempre essere ricostruite dopo gli attacchi.

8) Diplomazia:

perché continuare a scannarsi con un giocatore vicino quando potete formare un’alleanza? Avrete il doppio dei vantaggi: niente più attacchi nemici, e potrete puntare ad attaccare bersagli più succulenti insieme al vostro nuovo alleato.

9) Le missioni divine, queste sconosciute:

ogni giorno riceverete molte missioni divine da poter compiere, missioni che vi garantiranno risorse ed esperienza come ricompensa. L’icona per accedere a tali missioni, si trova proprio sotto quella dei Rapporti.

INCIDI IL TUO NOME NEI LIBRI DI STORIA SU
SPARTA: WAR OF EMPIRES