INTERVISTA A PAPAW RIGSBY

Capitano Anne "Bonita" O’Malley (CA): Avvicinatevi, avvicinatevi! Prendetevi uno sgabello e sedetevi qui vicino, cosicché possiate ascoltare le sue parole! Quest’oggi, voi fortunati mascalzoni, avete l’occasione di prendere parte ad una speciale intervista faccia a faccia con un Capitano decisamente fuori dall’ordinario... Ragazzacci e fanciulle, permettetemi di presentarvi Papaw “Il Lupo" Rigsby, reduce da uno dei suoi viaggi con la Fratellanza dei “Lupi dei Sette Mari”.
E allora ragazzo, sentiamo cos’hai da dirci! Non startene lì seduto in silenzio! Dicci qualcosa su di te!

Capitano Papaw Rigsby (PR): Prima di tutto, voglio ringraziarti per l’invito, Capitan Anne - se mi è concesso di chiamarti così! Credo di essere uno dei capitani più anziani e, come hai già detto tu, sono conosciuto col nome di Papaw “Il Lupo” e svolgo il ruolo di Quartiermastro nella Fratellanza dei Lupi dei Sette Mari. Però adesso, anche per non fare una brutta fine – seppure io parli sempre di lei in ogni caso – permettetemi di presentare a tutti voi scalcagnati la mia Nana. Posso considerarla la mia designata complice, e anche la mia amata compagna da 25 anni! Mi ritengo estremamente fortunato nell’averla al mio fianco in ogni battaglia! Nana e Papaw, nel caso i più giovani non lo sapessero, è un altro termine per Nonna e Nonno!

Avete colto il senso? Ottimo! Fatene tesoro! Oro veniamo alla mia storia! Sono nato in Tennessee, negli Stati Uniti, per cui sarei considerato un tipo del sud, per quelli del mio paese! Ho sempre amato il mare e, a parte un periodo di 4 anni in marina - e un breve soggiorno, con tanto rum di contorno, a Indianapolis – ho sempre abitato qui per il resto dei miei 61 anni! Sono ormai 10 anni, più o meno, che mi trovo in pensione, dopo una vita di alti e bassi trascorsi nel mondo della riparazione degli ascensori! Devo dire che non ci sono molti ascensori sulle navi pirata, quindi non è che fossi molto avvezzo a quel mondo... Stranamente, le mie conoscenze non si sono dimostrate troppo adatte alla pirateria!

In questo periodo, mi sto dedicando alla bella vita – non che voglia vantarmene – su un lago di 30 acri! Mi piace da matti andarci a pesca quando non mi è possibile trovarmi su una vera nave pirata nel mezzo al mare! Porto con me perfino una buona bottiglia di ottimo rum a farmi compagnia. In effetti disponiamo anche di un’isoletta nel bel mezzo del lago dove trovare riparo senza dover condividere niente con nessuno. Non ha un nome, ma Nana ama riferirsi a lei affettuosamente col nome di “Isola dello Sterco d’Oca” –  lascio a voi immaginarvi il motivo di un tale nome! 

(CA): Sembrerebbe che le cose non ti vadano affatto male, amico mio! Non credo che vi siano pirati in giro che potrebbero lamentarsi di avere una complice da 25 anni e un’isola tutta loro su cui trastullarsi! E ora, perché non ci racconti di come sei venuto a scoprire Pirates: Tides of Fortune™ e del perché hai deciso di gettarti anima e corpo nel mondo dei pirati!

(PR): A dire il vero, Bonita Anne, e perdona il mio tradimento - avevo già partecipato ad un altro gioco di pirati... Non ne menzionerò il nome, ma diciamo solo che vi ho partecipato per un paio d’anni, tutto felice e contento. Poi un giorno ebbi modo di notare all'orizzonte della mia pagina Facebook un gioco di pirati nuovo di zecca! Ci ho cliccato sopra, e il gioco era fatto! Quello era l’inizio di una nuova avventura... Partiva una tradizione tutta nuova. E questo ci porta al presente... Quasi 2 anni più tardi sto ancora giocando... Tutto intento a saccheggiare i mari e alla ricerca del prossimo succulento obiettivo! Pirates: Tides of Fortune™ era molto meno stressante per il mio fragile cuoricino rispetto all’altro gioco, per cui potevo parteciparvi per molte ore al giorno. Poi, pian piano, iniziò ad occupare tutto il mio tempo!

(CA): Tutto il tuo tempo, vero? La pirateria è un lavoro a tempo pieno, non ci sono dubbi; non è possibile non affrontarla con entusiasmo, visto tutto quel ben di dio che c’è là fuori! E quindi, avendo trascorso tutto il tuo tempo libero a saccheggiare e depredare – quanto ti ci è voluto ad arrivare dove ti trovi oggi?

(PR): Beh... 2 anni, Capitano Anne! Ma non è sempre andato tutto liscio come l’olio! Ci sono un bel po’ di viscidi traditori là fuori, in costante attesa del momento giusto per pugnalarti alle spalle e ripulirti di tutto il tuo oro! Ascolta, ho partecipato a questo gioco per 12-15 ore al giorno! Ma io non sono ancora certo della possibilità di arrivare dove sono arrivato io in appena un paio di anni senza acquistare qualche Rubino lungo il cammino, seppur giocando per così tante ore... non credo proprio sia possibile giocare di più, Bonita - un Capitano deve pur fare la sua bella pennichella di quando in quando! Detto questo, se davvero vuoi diventare il meglio del meglio in questo gioco, qualche volta si rende necessario ungere un po’ qualche cardine usando i Rubini, o si rischia di essere lasciati indietro!

(CA): Ah, sì, credo sia estremamente difficile trovare un uomo che non drizzi le antenne all'offerta di una barca carica di rubini! Ciò che mi viene da dire è che vale sempre la pena tenere gli occhi bene aperti su ciò che ci accade intorno; il mondo è pieno di furfanti pronti ad approfittare dell’occasione giusta per fregarti - non puoi permetterti di farti trovare impreparato quando si è in una posizione come la tua! Quindi se non ti spiace, amico mio – e parla a voce alta cosicché anche quelli più distanti possano sentire le tue parole – perché non ci riveli quali sono le 3 cose che preferisci del gioco?

(PR): Niente di più facile! Prima di tutto, mi piace la facilità con cui posso giocare e l’accessibilità. Non è mai stato più semplice sentirsi come un vero pirata! Anche se, devo dire, l’intoppo occasionale si verifica a causa di qualche aggiornamento che mi fa venire voglia di tirare la bottiglia di rum al muro - però è anche vero che mi piace dimenticarmene subito e dar la colpa ai venti avversi lungo il cammino! In secondo luogo, mi piace il fatto che posso farmi nuovi amici e conoscenti da tutto il mondo - anche questa è una componente speciale di questo gioco! Ultimo punto, e per me più importante, è che standomene seduto qui a razziare covi e accumulare oro per 12-15 ore al giorno mi rilassa da matti e mi tieni fuori dai guai nel mondo reale! I baristi di questi tempi, Anne, non riesco proprio a capirli! A quanto pare non amano il mio modo di fare; tu provi a portare il tuo rum, o magari una semplice pistola, e quelli ti guardano come se gli avessi ammazzato la madre! Quindi, per me è meglio starmene a casa prima di mettermi nei guai!

(CA): Alquanto responsabile da parte tua, Papaw! Visto che, almeno per una volta, ti trovi nello stato d’animo di aiutare la gente, che ne diresti di condividere con noi qualche perla di saggezza dalla tua lunga esperienza di pirata? Non è che vogliano rimanercene qui tutto il giorno, abbiamo delle razzie da portare avanti – basteranno le prime 3, amico mio!

(PR): Mi piacerebbe imparare... imparare? Dico bene? Insegnare? Beh, credo che il rum mi stia dando alla testa – comunque, mi piacerebbe insegnare ai nostri amici qui che, nella vita di un pirata, è sempre meglio arraffare tutto ciò che le vostre mani arraffone riescono a raggiungere. Quindi, la mia prima perla è proprio quella – trovate dei covi da razziare e depredateli di tutto ciò che contengono! Secondo, assicuratevi di avere dell’equipaggiamento a sufficienza per trasportare tutto quel ben di dio nel vostro covo. Dovreste anche ricordare di essere cortesi con i colleghi pirati nel corso dei vostri viaggi – delle parole gentili qui e là possono significare che, se vi occorresse aiuto, quelli possono sentirsi obbligati a darvi una mano! A parte questo, ci sono delle ragazze pirata là fuori, e anche qualche fanciullo! Non occorre che leggano tutte le fesserie che provengono dalla vostra bocca – e poi potrebbe essere la volta buona che vi beccate una bella sospensione di 3 giorni!

(CA): Parole sagge da un Capitano esperto come te! A parte quel tale là dietro che è caduto dallo sgabello e se ne sta a faccia in giù per terra, credo che tutti gli altri stiano imparando un bel po’ di cose! Visto che siamo in tema di gioco, quali sono le 3 cose che vorresti più di ogni altra vedere aggiunte?

(PR): Sapevo che me l’avresti chiesto; e questa è la ragione per cui mi sono portato dietro una lista, così non c’è modo di confondermi:
1. Nella lista di amici in fondo allo schermo, mettete un bel tasto scintillante “Rimuovi Amico”. Non tutti quei marinai d’acqua dolce sono tagliati per la vita piratesca. Quando hai 25 pagine di livelli 10, quelli che iniziano e poi mollano, non sarebbe male se fosse possibile rimuovere gli amici da quella particolare lista!
2. Con i nuovi Attacchi in Massa, non esiste Presidio là fuori che si trovi al sicuro dai più temibili pirati dei Sette Mari! Magari l’aumento dei punti difesa di Sottomarini e Nautilus potrebbe migliorare le cose – le Mine Subacquee sono di un qualche aiuto, ma non sono abbastanza! 
3. Numero tre! Magari, e non si tratterebbe di un gran cambiamento – ma l’aggiunta di 5 o giù di lì razzie al giorno non sarebbe male! Ho le mie belle bollette piratesche da pagare, e lasciarmi svolgere il mio capitanesco dovere di nobile razziatore di Covi sarebbe anche un incentivo sul piano del gioco! E poi mica è giusto – quelli sono stracolmi di risorse e il vecchio Capitano Papaw invece è costretto a raschiare il barile!

(CA): Beh, vediamo quali saranno gli sviluppi futuri! La cosa più saggia che possiamo fare è mantenere gli occhi bene aperti verso l’orizzonte e sperare in qualche grossa modifica. Non vuoi certo essere quel genere di Capitano che se ne stava a sognare la sua bottiglia di rum ad occhi aperti e s’è fatto cogliere alla sprovvista dalla marea incombente! Visto che hai rammentato gli Attacchi in Massa, come è cambiata la tua strategia da quando sono stati introdotti nel gioco?

(PR): Beh, Capitano O’Malley, come ti ho accennato prima, non credo sia possibile per nessuno respingere un Attacco in Massa su un presidio da parte di alcuni tra i capitani più forti nel gioco! Quindi, per risparmiarmi troppe perdite, ho iniziato a fare il pirata astuto, e me la batto se me li vedo arrivare addosso! Se riesco a fargli credere che sono un codardo, posso sempre tornare un altro giorno e combattere secondo i miei canoni.

(CA): Vedi, questo è il modo di ragionare che ti rende diverso dal resto di questi marinai d’acqua dolce! Immagino che tu abbia avuto la tua buona razione di difficoltà e tribolazioni nel corso degli anni nella tua veste di capitano - è una vita stressante da portare avanti. E che ci dici delle esperienze positive, amico mio? Dovresti averne avute alcune, sennò non continueresti a tornare tra noi!

(PR): Ovvio! Lascia che ti descriva la scena... Mi trovo tutto bello intento a dormire e russare nel mio letto in una notte come tante, la dolce Anne O’Malley svolazza dolcemente nei miei sogni quando, di botto, arriva un malefico furfante che cerca di razziare il mio covo! L’ho davvero avvertito nel mio sogno - è stato un vero e proprio segno del dio del rum in persona, secondo me. Quindi, mi alzo di scatto, salto dal letto e vado di corsa a controllare il mio covo! Un’oretta dopo che avevo già punito quel povero diavolo, la mia amata Nana entra nella stanza e che cosa ti vede? Beh, vede il buon vecchio Capitano Papaw alla scrivania, nudo come mamma l’ha fatto, con solo il suo sgangherato copricapo pirata a coprire le sue parti intime! Prova a spiegarlo alla tua sposa!

(CA): Mai mettere il lavoro in secondo piano, Capitano – abbiamo gli stessi identici ideali! Un vero pirata non avrebbe nulla da eccepire nel sapere che stavi facendo qualcosa di positivo come difendere il tuo covo! Capitano, tendi a socializzare col quelli della tua Fratellanza al di fuori del gioco? E hai incontrato molti nuovi amici grazie a PTOF?

(PR): Prima cosa, non tendo realmente a socializzare molto con la mia ciurma al di fuori del gioco. Non nella vita reale, ad ogni modo – tendiamo a chattare online, condividiamo storie e quant’altro – ma non ho incontrato nessuno del gioco nella vita reale, almeno per ora! Però ho incontrato qualche amico di Facebook e Pogo nel corso degli anni! Se sono in zona, posso provare a incontrarli per pranzo – o se hanno tempo, magari anche per qualche bottiglia di grog! Per quel che riguarda i nuovi amici, beh, difficile a dire – con i quasi 1500 di Facebook, sono un Capitano piuttosto popolare. Se però vuoi che ti dia un numero, direi che circa 300 di quelli sono amici di PTOF! Comunque, quando parlo di amici, voglio dire che io li considero tali – non posso certo parlare per loro, ma per me sono indubbiamente degli amici! Perfino quel marinaio d’acqua dolce del Capitano Glenn Mallor, l’ultimo soggetto delle tue interviste! Un vero terrore quel tipo, e una forza da non sottovalutare quando ci si mette. Anche se, ci sono voci in giro che lo si può vedere cantare e ballare nello spettacolo Pirates of Penzance nei fine settimana... Tutto bardato, perfino! Di certo non la cosa più piratesca da fare, se vuoi la mia opinione!

(CA): Beh, hai quasi lo stesso numero di amici che ho io - devi essere alquanto popolare nei circoli sociali quando ti ci metti! Hai un ultimo commento da fare prima che ti rigettiamo sulla tua nave, Capitano?

(PR): Per quest’ultima parte intendo indossare il mio cappello più serio; vorrei ringraziare te, Bonita Anne, lo Staff e la ciurma della Plarium per aver creato il gioco e tutti quelli che ho incontrato online che mi hanno aiutato ad occupare il tempo nel corso dell’ultimo paio di anni! Mi sono divertito da matti grazie a loro e sono onorato che abbiate pensato a me come uno dei più forti Capitani nel gioco! L’ho veramente apprezzato ragazzi – come tutto quello che fate! Auguro il più felice e redditizio degli anni a tutti coloro che leggono queste righe, e molti altri anni a venire!

Oh, e prima che me ne dimentichi, mi fa piacere ricordare che esiste un personaggio col mio nome – uno dei miei confratelli costruisce modelli di navi, grandi quasi abbastanza per navigarci sui mari più tempestosi! Ci mette perfino sopra dei personaggi e dà loro dei nomi veri presi da gente conosciuta attraverso il gioco. Si chiama J-Pop Andrew, e questo è il sito dove potete ammirare il suo lavoro!
Spero non ti secchi che lo abbia ringraziato qui, Capitano Anne!

(CA): Che dire, sei un tipo loquace, non ci sono dubbi! Questo però è proprio quello che ci piace vedere, quindi ti ringraziamo del tempo che ci hai concesso e anche per aver fatto divertire tutti nel corso della serata! Ci rivedremo presto, Capitano Papaw – continua a mangiare il tuo cavolo per prevenire lo scorbuto, e mantieniti sempre in salute! Stammi bene, amico mio!

Gioca a Pirati Onde del Destino ORA!

Conduci la tua Ciurma verso una Gloria Piratesca su
Pirates: Tides of Fortune