Il Capitano Josh Gibson Concede un’Intervista Esclusiva alla Plarium

Salute a voi, lupi di mare!

Siamo estremamente compiaciuti di proporvi la prima di molte interviste ai nostri giocatori. Afferrate una bella fiasca di rum e appoggiate il vostro floscio didietro, e non disturbate il mio pappagallo con un occhio solo, se non vi dispiace...
C’è un Capitano che ha veleggiato tra queste infide acque più di tutti gli altri. Arr! Avete indovinato – il perfido capitano Josh Gibson è in coperta per tutti noi. Che lo temiate o che lo detestiate, nessuno potrà negare che sia un comandante con i fiocchi in quel di Pirates Tides of Fortune. L’abbiamo cercato per mari e monti, facendo perfino sferragliare innumerevoli sciabole lungo il cammino... Alla fine la fortuna ci ha baciato e siamo riusciti a raggiungerlo, un mese fa al suo Covo. Eccovi qualche informazione sul Capitano Josh Gibson! 

D – Capitano Gibson, grazie del tuo tempo. Innanzitutto, ti spiace darci qualche informazione sul tuo conto?

R - Certo! Sono un 38enne con una famiglia meravigliosa – una moglie, 4 figli, 2 cani e perfino un serpente. Viviamo in Kansas, USA. Lavoro per la contea da circa 10 anni e nei miei anni verdi sono stato un giocatore accanito. Adesso mi diletto con i giochi social nel mio tempo libero.

D - La domanda classica: come hai scoperto Pirates: Tides of Fortune? Pendiamo dalle tue labbra!

R – Non è certo un segreto! Ho trovato Pirates: Tides of Fortune su Google +. Non era ancora su Facebook. Ma ho dissetato la mia sete con del buon Rum Pirata mentre aspettavo il suo lancio su Facebook.

D - Sei indubbiamente una meraviglia ai nostri occhi! Di grazia, ti spiacerebbe rivelarci cosa possa averti condotto ad una vita di pirateria, rapine e caos in alto mare? Discendi forse da una stirpe di pirati? 

R – Ho partecipato per molto tempo a Total Domination. Il passaggio successivo era naturalmente Pirates: Tides of Fortune. Per quel che concerne la pirateria in famiglia, nel mio passato rammento mia madre spesso intenta a minacciarmi di farmi camminare sulla tavola a causa dei miei misfatti.

D - La tua impressione sul gioco? Che aspettative avevi, e Pirates: Tides of Fortune è riuscito ad essere all’altezza delle tue aspettative?

R - Un buon Pirata non si getta mai in una situazione alla cieca – a meno che non abbia perso entrambi gli occhi in battaglia! Sapevo cosa aspettarmi e sono andato incontro a Pirates: Tides of Fortune a braccia aperte!

D - Quanto tempo hai impiegato prima di riuscire a raggiungere questo tuo status di leggenda dei mari?

R – Arr! Non mi considero una leggenda – esistono molteplici leggende in questo gioco al momento, magari, volendolo, potrei riuscire a scalare la vetta fino a quei livelli. Posso garantirti che esistono decine di pirati – ciascuno di loro in paziente attesa – ammazzando il tempo – prima di passare a scatenare la loro ira e divenire vere leggende del gioco.

D - Come ben sai, decine di Capi Fratellanza si trovano senza meta a zonzo per i sette mari… ancora alla strenua ricerca di una rotta decente – poveri diavoli! Dicci, di grazia, la tua banda di Bucanieri si trova tra i primi 20: qualche consiglio per i Capi Fratellanza che si trovano in giro là fuori?

R - Pazienza e pianificazione! Che prestino ascolto ai loro consiglieri e lavorino al conseguimento dei loro obiettivi. Avere persone che la pensino nel nostro stesso modo all’interno della Fratellanza è già un buon punto di partenza.

D - Abbiamo una reputazione pietosa come Pirati tra la brava gente là fuori ... Pensi che ciò sia giustificato? Quali attributi positivi vedi svilupparsi tra i tuoi loschi compagni su Pirates: Tides of Fortune?

R  - Una volta divenuto pirata, sempre pirata rimarrai! Saccheggi, devastazioni e belligeranza sono ciò che ci contraddistingue. Ma ho anche notato una stupefacente compassione tra pirati durante i periodi di tragedia e perdite personali.

D - Condividi un segreto, se non ti dispiace… che cosa ti piace più del Rum su PTOF, Capitano Gibson?

R – Ah! La risposta è semplice: la Fratellanza, il lavoro di squadra e l’interazione. Ho appreso un bel po’ di cose dai miei compagni lupi di mare. Ovunque nel mondo – su qualunque mare - ho avuto modo di conoscere diverse culture e lingue e persone provenienti da diversi fusi orari. Siamo una famiglia!

D – Puoi dirmi se quelle micce accese nella tua barba fanno male? Mi stanno intossicando!

R – Moltissimo… Una volta, nel corso di una battaglia, mi sono scordato che erano lì e mi sono quasi giocato la barba! Tuttavia, va detto che prendersi cura del dolore è un disagio minore visto tutto il rum presente a bordo!

D - Si dice che nessun pirata può avventurarsi in battaglia senza un equipaggio che glielo consenta... A quali compagni o fratellanze desideri rendere omaggio quest’oggi?

R - Svariati abilissimi Pirati mi hanno aiutato in questo lungo cammino! Skeleton Crew è uno, tra i tanti, che mi viene in mente in questo momento… Ma ce ne sono molti altri senza ci quali non potrei essere dove sono!

D - Hai un regime di allenamento speciale? Magari una dieta? Yoga, oppure pilates?

R – Qualsiasi cosa che abbia a che fare con la carne di suino! Cotenne di maiale, zampe! No, ti sto prendendo in giro – anche se in effetti mi piace la pancetta! La mia flessibilità è pari a quella di un pirata col moncherino, quindi di yoga neppure a parlarne. Se si parla di esercizi di curling... mi vengono in mente solo quelli del mio dito sul mouse. Poi sai già quali siano le mie abitudini alimentari preferite...

D - Qualche consiglio per i nuovi Capitani che vogliano farsi strada in questo mondo balordo?

R - Siate pazienti. Non ponete troppe restrizioni alla vostra Fratellanza. Si tratta pur sempre di un gioco per divertirsi – mantenete un certo equilibrio e fate in modo che la Fratellanza raggiunga gli obiettivi nel miglior modo possibile.​

D – La vita di un Pirata si basa soprattutto sul senso di comunità… ruberie e saccheggi proprio per permettere alla gente di avvicinarsi. Te ne prego, se ti va – facci qualche esempio di balordi giramondo che sono diventati alleati anche nella vita reale.

R - Non caverai un ragno dal buco da me con quella domanda!

D - Come convinceresti un bonaccione, rispettoso della legge e ancora con due gambe buone a darsi alla pirateria?

R – Uhmm – che ne pensi di un appuntamento galante con il Capitano Anne "Bonita" O’Malley? Magari anche un tino di Rum per far funzionare le cose!!!

D -Che cosa cambieresti di Pirates: Tides of Fortune?

R – Gioielli senza limiti a forma di rubini… Seriamente, adesso – Io ridurrei i tempi di costruzione delle truppe. Sì, lo farei senz’altro! 

D - Ti andrebbe di condividere qualcosa con i giocatori là fuori?

R - Ma nemmeno per sogno… è una vita da Pirata, godetevela!

D – Capitano, hai delle domande da porci?

R - Sì, dimmi come procurarmi una scorta illimitata di rubini…

D - Credi davvero che te lo spiffererei? Grazie del tuo tempo, Capitano! Saresti così gentile da togliermi la benda e restituirmi la mia nave e la mia ciurma sana e salva prima di svanire nella notte...

R - Nessun problema! Trascinati avanti un paio di passi...SPLASH!!! 
Unisciti al Capitano Josh Gibson e partecipa a Pirates Tides of Fortune ADESSO!

Conduci la tua Ciurma verso una Gloria Piratesca su
Pirates: Tides of Fortune