Se i personaggi di Trono di Spade giocassero agli MMO

18.12.2016
Gioca Adesso

La sesta stagione di Trono di Spade ha appena debuttato, e il tempo che passa tra un episodio e l’altro viene percepito come un’eternità. Quindi, invece di sbraitare alla volta dell'orologio affinché si muova più velocemente per poter così finalmente fare ritorno in quel di Westeros dove ritrovare i nostri personaggi preferiti (almeno quelli che sono ancora vivi), abbiamo deciso di agire! Come conseguenza di ciò, abbiamo invitato una manciata di personaggi di Trono di Spade affinché venissero a giocare agli MMO assieme a noi per passare il tempo!

Beh, non... non realmente; ma non sarebbe stato fantastico se l’avessimo fatto? Questo è ciò che abbiamo immaginato potrebbe accadere se i personaggi di Trono di Spade effettivamente si unissero a noi in un gioco strategico online.

Eddard Stark

Eddard Stark è un giocatore corretto e giusto che non tradirebbe mai i suoi alleati. Purtroppo, i giocatori privi di qualsiasi esperienza nel campo degli intrighi tendono a sopravvivere per pochissimo tempo nel mondo degli MMO. Soprattutto una volta che tutti i loro alleati sono stati sconfitti e scoprono di non avere neppure un piano B.

John Snow

John Snow è il classico esempio di sbarbatello (chiamiamolo neofita). Il suo cuore è nel posto giusto, ma proprio non sa da che parte affrontare il gioco. Di tanto in tanto consegue una piccola vittoria, ma ogni volta che cerca di prendere parte a grandi eventi del gioco, qualcuno lo rigetta subito al posto a cui appartiene.

Arya Stark

Arya è stata un tempo parte di una grande e nobile Congrega a capo di una gran fetta della mappa. Dopo che la sua Congrega venne attaccata e sciolta, decise di trasferire il suo Castello in una nuova posizione e finì con lo scomparire. Tuttavia, voci di corridoio affermano che stia ancora partecipando al gioco per conseguire gloriose vendette contro i giocatori che hanno osato farle un torto.

Daenerys Targaryen

La madre dei draghi è una nobile giocatrice, e tantissima gente ne è pazzamente innamorata. Tuttavia, Daenerys ha la tendenza a correre costantemente in aiuto degli altri, cioè di quei giocatori di minor successo, invece di prendersi cura del proprio Castello. La sua scarsità di alleati potenti ne comporta l’estrema vulnerabilità alle Incursioni ed agli Assedi.

Joffrey Baratheon

Joffrey è pressoché considerabile la peggior tipologia di giocatore. Tende ad attaccare i giocatori di basso livello che non sono in grado di difendersi, e si affida ai potenti membri della sua Congrega per farsi costantemente tirar fuori dai guai quando un avversario cerca di reagire. L’aspetto peggiore è che questa strategia in effetti funziona a suo favore. Non ci sorprenderebbe se qualcuno un giorno decidesse di farlo fuori per sempre.

Cersei Lannister

Non la chiamano “regina” senza un motivo. Cersei trova sempre un modo per salire al posto di comando, a prescindere dalla situazione in cui possa trovarsi. Certo, c’è il rischio di perdere qualche amico e alleato lungo il cammino ma, fintanto che ne esca vincente - ne vale ampiamente la pena. Statene alla larga.

Tyrion Lannister

Ecco uno che conosce il significato di strategia. Potrebbe non sembrare una vera minaccia, quindi molti giocatori tendono ad ignorarlo ed a lasciare in pace il suo Castello. Tuttavia, il suo lavoro dietro le quinte gli ha fatto guadagnare amici potenti e gli ha consentito non solo di sopravvivere - ma addirittura di prosperare.

Theon Greyjoy

Taluni giocatori proprio non hanno le carte in regola. Theon ha cercato un’infinità di volte di farsi un nome, ma ha sempre fallito miseramente. Ora si trova costretto a sbrigare tutto il lavoro sporco della sua Congrega in modo da non farsi buttar fuori a calci. Il fatto che stia ancora giocando è un puro mistero, e bisogna ammettere che una tale tenacia è a dir poco encomiabile.

Ramsay Bolton

Conoscete quel tipo di giocatore che si limita ad attaccare e distruggere Castelli senza alcuna apparente ragione? Ecco, questo è Ramsay Bolton. In effetti è perfino peggio. Dispone di sufficiente astuzia da saper attirare i giocatori in trappole prospettando loro una vittoria apparentemente facile. Tutto questo solo per scatenare un devastante contrattacco e radere al suolo i loro eserciti.

Ditocorto

Nessuna sa come faccia, ma Ditocorto riesce sempre a cascare in piedi. Non è che lo si possa considerare il giocatore più forte o più intelligente, ma in qualche modo riesce sempre a lasciare una Congrega poco prima che questa venga travolta da un massiccio attacco, e poi magicamente riappare dalla parte dei vincitori. Un po’ come se sapesse cosa sta per accadere prima che accada - ed è proprio questa l'abilità più utile in un MMORTS.