Plarium - Accordo di Arbitrato

TI INVITIAMO A LEGGERE QUANTO SEGUE CON ATTENZIONE. INFLUISCE SUI TUOI DIRITTI. NEL CASO TU SIA UN RESIDENTE DEGLI STATI UNITI D’AMERICA, IL PRESENTE ACCORDO COMPRENDE UNA RINUNCIA AD EVENTUALI CLASS ACTION NONCHÉ UNA RINUNCIA AL RICORSO A PROCESSI CON GIURIA.

Applicabilità dell’Accordo di Arbitrato. Qualsiasi ricorso e controversia (fatta esclusione per i provvedimenti ingiuntivi ed equitativi come indicato di seguito) in connessione con i Termini ovvero con l’utilizzo di qualsiasi prodotto o servizio fornito da Plarium, che non possa essere risolto in modo informale o per tramite di una corte per le controversie di minore entità, dovrà essere risolto da un arbitrato vincolante su base individuale secondo i termini contenuti nel presente Accordo di Arbitrato. Il presente Accordo di Arbitrato è da intendersi applicabile nei tuoi confronti ed in quelli di Plarium, nonché in quelli di eventuali società controllate, collegate, agenti, dipendenti, danti causa, successori e aventi causa, così come di tutti gli utenti o beneficiari dei servizi o dei beni forniti nell’ambito dei Termini, autorizzati o non autorizzati.

Obbligo di Notificazione e Composizione Informale delle Controversie. Antecedentemente al ricorso all’arbitrato di una delle parti, tale parte dovrà primariamente provvedere all’invio di una Notifica della Controversia scritta all’altra (“Notifica”) in cui sia descritta la natura ed il fondamento del ricorso o della controversia, ed il provvedimento risarcitorio richiesto. Una Notifica indirizzata a Plarium dovrebbe essere inviata a: [email protected].

Una volta ricevuta la Notifica, tu e Plarium potrete tentare la composizione in modo informale del ricorso o della controversia. Laddove tu e Plarium non riusciate a individuare una risoluzione del ricorso o della controversia entro trenta (30) giorni successivi al ricevimento della Notifica, ciascuna delle parti avrà facoltà di dare inizio ad un procedimento di arbitrato. L’entità di eventuali offerte transattive proposte da una delle parti non potrà essere divulgata all'arbitro se non successivamente alla determinazione dell’importo di compensazione da parte dell’arbitro stesso, ove del caso, a cui una delle parti possa aver diritto.

Norme Applicabili all’Arbitrato.. L’Arbitrato dovrà essere proposto per tramite del Collegio Arbitrale Commerciale Israeliano (IICA), un istituto alternativo di risoluzione delle controversie riconosciuto per legge (“Istituto ADR”), il quale offre servizi di arbitrato così come delineato nell’ambito della presente sezione. Laddove l’IICA non risulti disponibile ai fini dell’arbitrato, le parti converranno nel provvedere alla selezione di un Istituto ADR alternativo. Le regole dell’Istituto ADR disciplinano tutti gli aspetti del presente arbitrato, incluse, ma non limitatamente a, le modalità di avvio e/o di richiesta dell’arbitrato, fattasi eccezione laddove tali norme risultino in conflitto con i Termini. Le Norme dell’IICA disciplinanti l’arbitrato sono disponibili online all’indirizzo http://www.borerut.com/. L’arbitrato dovrà essere condotto da un singolo arbitro neutrale. La sede dell’arbitrato sarà Tel Aviv - Jaffa, Israele. Eventuale valutazione del lodo arbitrale potrà essere proposta presso qualsiasi tribunale competente per giurisdizione.

Norme Suppletive In Casi Di Arbitrato Senza Comparizione.Laddove si opti per un arbitrato senza comparizione, l’arbitrato potrà essere condotto tramite supporto telefonico, online e/o basato esclusivamente su comunicazioni scritte; le specifiche modalità dovranno essere scelte dalla parte che abbia dato avvio all'arbitrato. L'arbitrato non dovrà prevedere alcuna personale presenza delle parti o dei testimoni, se non diversamente concordato dalle parti.

Limiti Temporali. Laddove tu o Plarium optiate per l'arbitrato, l'azione di arbitrato dovrà essere avviata e/o richiesta entro i termini di prescrizione (vale a dire, i termini di legge per il deposito di un ricorso) e nell’ambito di eventuali termini determinati ai sensi della Normativa IIAC relativa a tali ricorsi.

Autorità dell’Arbitro. In caso di avvio dell’arbitrato, l'arbitro avrà facoltà di definire i diritti e le responsabilità, ove del caso, tue e di Plarium, e la controversia non dovrà essere associata ad alcuna ulteriore disputa, ovvero aggregata ad altri procedimenti o parti. L'arbitro avrà l'autorità di concedere risoluzioni dispositive attinenti a tutto o parte di qualsivoglia ricorso. L'arbitro avrà l'autorità di assegnare il risarcimento dei danni e di concedere qualsiasi risoluzione o provvedimento non monetario ad una delle parti ai sensi della normativa vigente, le Norme IICA, e dei Termini. L'arbitro dovrà provvedere all’emissione di un lodo arbitrale e di una dichiarazione deliberativa per iscritto descrivente gli elementi essenziali e le conclusioni su cui tale lodo risulta basato, compreso il calcolo di eventuali danni assegnati. L'arbitro godrà della medesima autorità deliberativa su base individuale equivalente a quella di un giudice in un tribunale di giustizia. Il lodo deliberato dall’arbitro sarà da considerarsi conclusivo e vincolante nei tuoi confronti e quelli di Plarium.

Riservatezza. Ogni aspetto del procedimento arbitrale, inclusi, ma non limitatamente, il lodo arbitrale e la sua osservanza, dovrà considerarsi strettamente confidenziale. Le parti si impegnano al mantenimento di tale obbligo di riservatezza ove non diversamente previsto dalla normativa. Il presente Paragrafo non sarà da ritenersi ostativo a che una delle parti provveda a sottoporre all’attenzione di un tribunale eventuali informazioni necessarie all’implementazione del presente Accordo, all’implementazione di un lodo arbitrale, ovvero alla richiesta di provvedimenti ingiuntivi od equitativi./p>

Clausola Salvatoria.Nell’eventualità in cui venga individuata la non validità o non implementabilità di una qualsiasi parte o parti del presente Accordo di Arbitrato per tramite di un tribunale competente per giurisdizione, conseguentemente tale specifica parte o parti non acquisiranno alcuna validità ed efficacia e la parte residua dell’Accordo manterrà il proprio immutato vigore ed efficacia.

Diritto di Rinuncia. La parte, contro la quale il ricorso sia stato avanzato, ha facoltà di esprimere rinuncia nei confronti di taluni od ogni diritto e limite disposto nell’ambito del presente Accordo. Tale opzione non sarà da considerarsi alla stregua di una rinuncia nei confronti di, né altresì potrà inficiare, alcuna altra porzione del presente Accordo.

Residua Validità dell’Accordo. L’Accordo di Arbitrato manterrà la propria efficacia pur in caso di cessazione dei tuoi rapporti con Plarium.

Tribunale Cause Minori. Nonostante quanto sopra esposto, tu o Plarium avete facoltà di proporre un ricorso individuale presso un tribunale per le controversie di minore entità.

Provvedimento Equitativo d’Urgenza. Nonostante quanto sopra esposto, ciascuna delle parti ha facoltà di avanzare richiesta ai fini dell’ottenimento di un provvedimento equitativo d’urgenza dinanzi a un tribunale statale o federale allo scopo del mantenimento dello status quo nelle more del lodo arbitrale. Una richiesta di provvedimenti provvisori non è da considerarsi alla stregua di una rinuncia a qualsiasi altro diritto od obbligo derivante dal presente Accordo di Arbitrato.

Rinuncia Al Processo Con Giuria. CIASCUNA DELLE PARTI IVI ESPRIME RINUNCIA AI PROPRI DIRITTI COSTITUZIONALI E STATUTARI DI RIVOLGERSI AD UN TRIBUNALE E DI AVERE UN DIBATTIMENTO DI FRONTE AD UN GIUDICE O AD UNA GIURIA, optando per converso alla risoluzione di qualsivoglia eventuale ricorso e controversia per tramite di un arbitrato ai sensi del presente Accordo di Arbitrato. Le procedure di arbitrato sono in genere più limitate, più efficienti e meno dispendiose rispetto alle norme applicabili in tribunale e sono soggette a revisione molto limitata da parte di un tribunale. Laddove dovessero prospettarsi controversie tra la tua persona e Plarium presso qualsivoglia tribunale statale o federale nell’ambito di un ricorso ai fini dell’annullamento o dell’implementazione di un lodo arbitrale o altro, TU E PLARIUM ESPRIMETE RINUNCIA A QUALSIASI DIRITTO AD UN PROCESSO CON GIURIA, optando all’inverso a che la controversia venga risolta attraverso un giudice.

Rinuncia alle Class Action o alle Cause Riunite. QUALSIASI RICORSO O CONTROVERSIA NELL’AMBITO DI APPLICAZIONE DEL PRESENTE ACCORDO DI ARBITRATO DOVRÀ ESSERE SOTTOPOSTO AD ARBITRATO OVVERO DIBATTUTO SU BASE INDIVIDUALE E NON SOTTO FORMA DI CLASS ACTION, ED I RICORSI AVANZATI DA PIÙ DI UN CLIENTE O UTENTE NON POTRANNO ESSERE SOTTOPOSTI AD ARBITRATO O A DIBATTIMENTO CONGIUNTO O RIUNITI CON QUELLI DI ALTRO CLIENTE O UTENTE.